Verbania calcio Vicepresidente Andrea Fortis Dilettanti per Dire Lunedì 6 Aprile 2020

Covid-19: i timori sulla ripartenza del Verbania Calcio senza la certezza della salute

Il Presidente Andrea Fortis è in forte dubbio sui tempi della ripartenza a causa dell’emergenza Covid-19, tutt’altro che terminata. Senza alcuna certezza sulla tutela della salute dei tesserati per il Verbania Calcio è impossibile fare programmi per il futuro.

Queste le sue dichiarazioni.

“Il momento lo viviamo con grande preoccupazione, perché non è ancora chiaro quando potrà finire quest’emergenza. Se dovessimo riprendere gli allenamenti, saremmo ancora più preoccupati: ci auguriamo che il campionato non riprenda o, almeno, non lo si faccia a breve. Abbiamo vissuto sulla nostra pelle questo virus, siamo doppiamente colpiti poiché il nostro mister, pur essendo asintomatico, fa fatica a trovare la negatività al tampone dopo oltre 50 giorni. Bisogna assolutamente evitare che qualcuno possa essere contagiato, non c’è solo Dybala, ma migliaia di persone fanno fatica a guarire”.

Sui verdetti: “Domanda a cui è difficile rispondere. Ad oggi saremmo retrocessi, quindi un nostro parere è condizionato da questa situazione. Indipendentemente da ciò che decideranno le varie federazioni, bisognerà trovare delle soluzioni che vanno anche oltre le regole attuali”.

Sul futuro del Verbania: “Vedremo la categoria d’appartenenza. Ci auguriamo che, quanto prima, si possa sciogliere questo modo. A mio avviso il problema non è chiudere questa stagione, ma ripartire con l’annata 20-21. Se fossero definitivamente sospesi i campionati, si potrebbe iniziare da subito a programmare la prossima stagione, indipendentemente dalla categoria”.

Intervista rilasciata a Notiziario del Calcio