Verbania Calcio, la squadra scesa in campo contro il Lucento

VERBANIA CALCIO PAREGGIA CONTRO IL LUCENTO

Articolo di Giampaolo Guerrini tratto dal Corriere di Novara del 25 marzo 2019

Un gol a due minuti dal termine del tempo regolamentare, due reti annullate per fuorigioco (uno assolutamente inesistente), una traversa colpita e un salvataggio sulla linea, non possono consolare un Verbania rimaneggiato e ancora una volta colpito da una terna arbitrale troppo sopra le righe. Il Lucento cerca punti pesanti per la sua classifica e va in pressione fin dal primo minuto, ma è il Verbania a rendersi pericoloso al 6’ con una conclusione centrale che Austoni strozza troppo, trovando la facile parata di Cecconello. Al 10’ la conclusione di Amedeo (il migliore in assoluto sul terreno di gioco), è deviata in angolo da Russo. Al 19’ lancio di Gatti per Artiglia che vola sulla fascia e mette in mezzo un pallone invitante per Musso che colpisce in corsa mandando a lato, Girandola di occasione. Al 23’ botta al volo di Pili, para in due tempi Russo. Al 24’ conclusione violata di Corio, la difesa devia in angolo. Ancora Pili al 35’ conclude a lato in modo scoordinato. Al 38’ una dubbia segnalazione di fuorigioco, toglie al Verbania la gioia del gol. Al 43’ il diagonale di Austoni parato da Cecconello. I numerosi colpi subiti sono la causa dell’affievolirsi della spinta dinamica di Sistino, apparso nella prima frazione, il più dinamico dei suoi. C’è molta confusione nella prima metà della ripresa, poi sale in cattedra Austoni. Al 12′ svetta di testa, palla rinviata sulla linea, al 13′ annullata la rete per un fuorigioco inesistente. Fra il 17’ e il 18’, due angoli in successione. Sul secondo svetta di testa, palla sulla traversa e poi fuori. Il Lucento passa al 28’. Sugli sviluppi di una rimessa laterale, difesa dal Verbania poco attento così da perdersi Baracco che trafigge Russo con un rasoterra violento. Accusa il colpo il Verbania che si riprende solo al minuto 43 grazie ad Austoni lento a deviare un piazzamento di Musso. Nulla più nel recupero e il triplice fischio a dichiarare chiuse le ostilità.