VERBANIA – PRO EUREKA: UN PUNTO CHE SERVE A POCO

CRONACA ASD VERBANIA vs ASD PRO EUREKA

di Simone Ramondini

 

Riparte il cammino dei nostri ragazzi dopo lo stop natalizio e al Pedroli è subito scontro diretto con la formazione torinese della Pro Eureka, avanti di una lunghezza in classifica.

La squadra di Mister Porcu vuole immediatamente indirizzare il match nella giusta direzione e nei primi 5 minuti si fa vedere dalle parti di Benini: al 3’ prima buona combinazione dei biancocerhiati con Scotto che agisce da torre per Usei, la cui conclusione è però debole. Sempre l’attaccante classe 2000 ci riprova col destro pochi istanti dopo, ma il tiro si spegne tra le braccia del portiere avversario.

Sono solo prove generali per il 10 del Verbania, che al 6’ porta avanti i padroni di casa: Chiodi opta per il rinvio profondo, la retroguardia ospite è disattenta e Usei ne approfitta, insaccando in maniera lesta la sfera, che bacia il palo e si appoggia in rete.

Il vantaggio dei ragazzi di mister Porcu dà fiducia ai padroni di casa, che iniziano a gestire meglio il pallone, eludendo il pressing avversario in maniera fluida.

Arma in più dei padroni di casa sarà la rimessa laterale lunga di Sistino, migliore in campo di giornata, che al 15’ trova Usei dalla sinistra, sebbene il suo colpo di testa finisca comodamente tra le braccia di Benini.

La prima frazione di gioco non regala ulteriori emozioni e le due squadre vanno a riposo sul risultato di 1-0.

Nella ripresa la Pro Eureka scende in campo con un atteggiamento meno remissivo e al 48’ cerca di approfittare di un errore di lettura in uscita di Chiodi, anche se l’attacco ospite non è abbastanza preciso per concretizzare una possibile occasione.

Passano solo 120 secondi e gli ospiti agguantano il pareggio: Turcis innesca verticalmente Priveato che scatta sul filo del fuorigioco e supera Chiodi con un pallonetto preciso, tra le proteste dei padroni di casa per una possibile posizione di offside. Per il direttore di gara è tutto regolare e allora il match riprende sul risultato di 1-1.

I nostri ragazzi sembrano aver accusato il colpo e non riescono più a manovrare il pallone come nella prima frazione di gioco, senza rendersi pericolosi dalle parti della retroguardia ospite.

I padroni di casa sono oltretutto costretti ad effettuare la prima sostituzione di giornata a causa di un problema fisico accusato da Scotto, il quale lascia il campo per Della Vedova.

I ritmi della gara si abbassano vertiginosamente e le occasioni arrivano col contagocce: al 69’ il neoentrato Lipari, che ha preso il posto di Usei, si fra trovare pronto al limite dell’area, porta avanti la sfera col petto ma dalla sinistra non riesce a indirizzare il pallone in porta, spedendolo alto e facendo sfumare una buona occasione.

Mister Porcu cerca di incrementare il peso offensivo dei suoi e al 72’ inserisce Cerutti per Aglio, anche se la vera svolta della gara avviene al 75’, quando i padroni di casa rimangono in 10 per l’espulsione di Candeliere, protagonista di un intervento che lascia ancora molti dubbi.

Pochi minuti più tardi i padroni di casa perdono anche Lipari, che nel giro di 30 secondi rimedia una doppia ammonizione costringendolo a lasciare il terreno di gioco.
I biancocerhiati, rimasti in 9 dopo la doppia espulsione, sono costretti a chiudersi cercando di limitare l’avanzata degli ospiti, i quali tuttavia non sono in grado di sfruttare la superiorità numerica. L’unico squillo della Pro Eureka arriva all’89’, quando Priveato serve Pititto in area, ma il suo colpo di testa finisce alto.

Termina dunque con un pareggio la 18esima giornata del campionato di Eccellenza: un punto che non convince e che deve essere trasformato in energia positiva in vista della prossima trasferta sul campo dell’Aygreville